Relazione sullo stato dell’arte del quadro finanziario pluriennale (QFP) europeo

//Relazione sullo stato dell’arte del quadro finanziario pluriennale (QFP) europeo

Relazione sullo stato dell’arte del quadro finanziario pluriennale (QFP) europeo

Oggi innanzi alle commissioni bilancio e politiche europee del Senato presiedute rispettivamente dal sen.Pesco e dal sen. Licheri, abbiamo presentato la relazione sullo stato dell’arte del quadro finanziario pluriennale (QFP) europeo.

Il QFP è il bilancio a lungo termine dell’Unione europea (UE) e stabilisce il limite massimo della spesa dell’UE, nel suo insieme e nei diversi settori di attività, per un periodo di almeno cinque anni, nel caso del QFP in discussione, il periodo previsto 2021-2027 è addirittura di sette anni.

Si tratta di un bilancio enorme pari, nella proposta fatta dalla Commissione Europea, a circa 1.309 miliardi di euro, l’1,14% del reddito nazionale lordo dell’Unione europea.

I due principali settori in cui questo ammontare viene impegnato è costituito dal capitolo Coesione e Valori comprensivo delle politiche di sviluppo regionale e coesione, da quello Risorse naturali e Ambiente, comprensivo di Agricoltura, Ambiente e azione per il clima.

Accanto a questi due, ci sono i capitoli Mercato unico, innovazione e agenda digitale comprensivo dei fondi per Ricerca e innovazione, quelli relativi a Sicurezza e difesa e Migrazione.

I contenuti economici e la ripartizione in settori di intervento del QFP è oggetto di una serrata trattativa tra le istituzioni, Parlamento europeo, Commissione e Consiglio europeo e il Parlamento italiano ha il diritto e il dovere di contribuire alla posizione del governo nella trattativa in corso.

Per questo il lavoro delle due commissioni Bilancio e Politiche europee del Senato sara’ finalizzato a a definire una posizione avanzata, nell’interesse dei cittadini dell’Unione e segnatamente dei cittadini italiani. Su questo importante dossier le commissioni rispettive audiranno nei prossimi mesi Il Ministro Amendola e altri rappresentanti del Governo Italiano, l’Ambasciatore Massari, i rappresentanti del Parlamento europeo, i principali stakeholders, le istituzioni regionali e locali e i corpi intermedi, per raccogliere suggerimenti e le proposte da valutare ai fini della risoluzione finale.

Raffaele Fantetti Gianni Pittella
Relatore per la commissione Bilancio Relatore per la Commissione
Affari Europei

Roma 24.10.2019

2019-10-24T12:38:03+00:00

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.